Startseite

  • Locandina

  • Giornale

  • Consiglio di lettura

  • Nuove pubblicazioni

  • Attualità

  • Festivals

Contribuire

Vorrebbe che il Suo sito appaia nell’indice di ricerca?

E autore/autrice o editore/editrice o ha un progetto di libro o di pubblicazione?

LiteraturSchweiz

Impostazioni

Uno, due, tre...

Bookfinder
Neu!

Autori

A

Fabiano Alborghetti,

Carole Allamand,

Urs Allemann

B

Igor Bauersima,

Jean-Luc Benoziglio,

Donata Berra,

François Beuchat,

Clo Duri Bezzola,

Vanni Bianconi,

Peter Bichsel,

S. Corinna Bille,

Hans Boesch,

Giovanni Bonalumi,

David Bosc,

Nicolas Bouvier,

Anne Brécart,

Irena Brezna,

Lukas Bärfuss,

Hermann Burger,

Ernst Burren,

Julien Burri,

Roland Buti

C

Arno Camenisch,

Theo Candinas,

Alex Capus,

Maurice Chappaz,

Pierre Chappuis,

Gaston Cherpillod,

Jacques Chessex,

David Collin,

Nicolas Couchepin

D

Flurin Darms,

Massimo Daviddi,

Franz Dodel,

Elvira Dones,

Friedrich Dürrenmatt,

Ralph Dutli

E

Dorothee Elmiger,

Lisa Elsässer

F

Urs Faes,

Luisa Famos,

Andrea Fazioli,

Michael Fehr,

Anna Felder,

Felice Filippini,

Giovanni Fontana,

Bastien Fournier,

Eleonore Frey,

Ursula Fricker,

Alexandre Friederich,

Max Frisch

G

Zsuzsanna Gahse,

Claire Genoux,

Massimo Gezzi,

Andrea Gianinazzi,

Friedrich Glauser,

Vahé Godel,

Eugen Gomringer,

Nora Gomringer,

Roman Graf,

Dana Grigorcea

H

Heinz Helle,

Federico Hindermann,

Reto Hänny,

Franz Hohler,

Elisabeth Horem,

Thomas Hürlimann,

Sandra Hughes

I

Felix Philipp Ingold

J

Anja Jardine,

Hanna Johansen

K

Christoph Keller,

Birgit Kempker,

Pascale Kramer,

Thilo Krause,

Guy Krneta,

Tim Krohn

L

Monique Laederach,

Yves Laplace,

Rolf Lappert,

Michel Layaz,

Pedro Lenz,

Pierre Lepori,

Gertrud Leutenegger,

Hugo Loetscher,

Douna Loup,

Jean-Marc Lovay,

Jonas Lüscher

M

Urs Mannhart,

Pietro de Marchi,

Plinio Martini,

Grytzko Mascioni,

Mariella Mehr,

Jérôme Meizoz,

Klaus Merz,

Michel Mettler

N

Melinda Nadj Abonji,

Alberto Nessi

O

Giovanni Orelli,

Angelika Overath

P

Rose-Marie Pagnard,

Frédéric Pajak,

Andri Peer,

Anne Perrier,

Rut Plouda,

Amélie Plume,

Marius Daniel Popescu,

Dubravko Pušek,

Fabio Pusterla

Q

Claudia Quadri

R

Kuno Raeber,

Philippe Rahmy,

Dragica Rajčić,

Noëlle Revaz,

Jacques Roman,

Antonio Rossi,

Gustave Roud,

Anna Ruchat,

Antoinette Rychner,

Simona Ryser

S

Catherine Safonoff,

Thomas Sandoz,

Hansjörg Schertenleib,

Vera Schindler-Wunderlich,

Jürg Schubiger,

Hans Schumacher,

Ruth Schweikert,

Monique Schwitter,

Leta Semadeni,

Jon Semadeni,

Armin Senser,

Mikhail Shishkin,

Tommaso Soldini,

Peter Stamm,

Bruno Steiger,

Beat Sterchi

T

José-Flore Tappy,

Pierre-Alain Tâche,

Matteo Terzaghi,

Leo Tuor

U

Marie-Jeanne Urech

V

Aglaja Veteranyi,

Christina Viragh,

Alexandre Voisard,

Peter von Matt

W

Robert Walser,

Frédéric Wandelère,

Peter Weber,

Walter Weideli,

Urs Widmer

Z

Mary-Laure Zoss,

Matthias Zschokke

Fabiano Alborghetti

Registro dei fragili. 43 canti

« era quello il suo lavoro era quello il suo mestiere esser corpo da vedere, esser forma da tivù »

Un fatto di cronaca straziante è all’origine di questa raccolta straordinaria: una madre uccide il proprio bambino, la sua foto sul giornale mostra una donna bionda dall’aria provocante, prigioniera del suo sogno di giovinezza e successo. Il poeta si fa allora cronista, indaga il reale con le sue stratificazioni e i suoi doppifondi; nel libro precedente («L’opposta riva», 2006) si era immerso nel mondo degli immigrati, per il «Registro dei fragili» pedina il reale dei supermarket, delle palestre e delle illusioni multicolori, in una società imputridita dalla televisione.

Per dar forma poetica a questo imbarazzante e lancinante regno della volgarità, Fabiano Alborghetti (*1970) sceglie movenze metriche sorvegliatissime: anse di ottonari variamente concatenati (che ricordano le filastrocche infantili), con impennate stilistiche verso il registro alto e scossoni verso il basso, nel linguaggio vieto della vacuità contemporanea, cadenzato da rime interne e da allitterazioni contundenti: «era quello il suo lavoro era quello il suo mestiere / esser corpo da vedere, esser forma da tivù».

(Pierre Lepori)

Casagrande, Bellinzona 2008

ISBN: 978-88-7713-559-9

Weitere Lesetipps

Keine Resultate